Legge di stabilità per gli immobili in vigore dal 1 gennaio 2016

Si fa presente che con l'approvazione della Legge di stabilità per gli immobili, entrata in vigore il 1° gennaio 2016, sono state introdotte rilevanti novità per gli acquisti e vendite immobiliari ed in particolare:

 

Legge di stabilità per gli immobili in vigore dal 1 gennaio 2016

 

Se vuoi leggere integralmente la Legge vai qui

Comma 55 - agevolazione prima casa per l’acquisto seguito dall’alienazione entro l’anno della precedente “prima casa”

 

Il comma 55 modifica la nota II-bis all’art. 1 della tariffa, parte prima, D.P.R. n. 131/1986, aggiungendo il comma 4-bis, ai sensi del quale l’aliquota del 2% è applicabile agli acquisti per i quali l’acquirente non soddisfa il requisito di cui alla lett. c) della medesima nota II-bis, essendo cioè ancora titolare di altra abitazione già acquistata con le agevolazioni ivi elencate, anche qualora questa sia nello stesso Comune in cui è situato il nuovo immobile (in tal senso, infatti, sembra possibile intendere il riferimento, contenuto nel nuovo comma 4-bis, alla lett. b della nota II-bis, mentre non risulta chiaro il riferimento alla lett. a).
La condizione per l’applicazione dell’aliquota del 2% è che il precedente immobile acquistato con le agevolazioni venga alienato entro un anno dal “nuovo” acquisto; in mancanza di tale alienazione al nuovo acquisto si applicano le disposizioni di cui al comma 4 della nota II-bis.

Grazie alla nuova norma introdotta ci si potrà avvalere delle agevolazioni prima casa anche se al momento dell’acquisto l’acquirente risulta già  titolare di un immobile abitativo a suo tempo acquistato con le agevolazione prima casa ed anche se detto immobile si trova nello stesso Comune in cui si trova anche l’immobile da acquistare con la condizione che dovrà essere VENDUTO entro 12 mesi ;
La legge di Stabilità ha ampliato il perimetro di applicazione delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa di abitazione (non classificabile nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).


Comma 56 - detrazione Irpef relativa ad IVA per acquisto immobili in classe energetica A o B

detrazione Irpef relativa ad IVA per acquisto immobili in classe energetica A o B

È prevista una detrazione Irpef, fino a concorrenza del suo ammontare, del 50% dell’importo dell’IVA corrisposta per l’acquisto, entro il 31 dicembre 2016, di unità immobiliari a destinazione residenziale di classe energetica A o B, ceduti dall’impresa costruttrice degli stessi.

Sull’acquisto effettuato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 di abitazioni di classe energetica A o B, cedute da imprese costruttrici, si può beneficiare della detrazione IRPEF del 50% dell’IVA versata sul corrispettivo d’acquisto ed è ripartita in dieci quote costanti nell’anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d’imposta successivi.


Comma 74 - detrazioni Irpef per interventi di riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia

Sono prorogate le detrazioni Irpef per interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia di cui agli artt. 14, 15 e 16 del d.l. n. 63/2013 in relazione alle spese ivi indicate sostenute al 31 dicembre 2016.

Con la Legge di stabilità per gli immobili, entrata in vigore il 1° gennaio 2016, sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2016 gli ecobonus per le riqualificazioni energetiche ed i bonus per le ristrutturazioni edilizie.


Commi 82-84 - disciplina fiscale del leasing finanziario avente ad oggetto immobili a destinazione abitativa

E' possibile effettuare l’acquisto della prima casa con la misura del leasing su immobili da adibire ad abitazione principale a favore di giovani di età inferiore a 35 anni con un reddito complessivo non superiore a 55.000 euro che non siano titolari di altre abitazioni.
L'immobile verrà acquistato da un terzo (banca o intermediario) con cui potrà essere pattuito un canone da versarsi per un periodo prestabilito, con possibilità di riscattare la casa alla fine del contratto.
Il testo di legge prevede anche la deducibilità a fini IRPEF, nella misura del 19%, dei canoni fino alla somma di € 8.000,00, nonché del costo di acquisto dell’immobile, nel caso di esercizio del riscatto finale, fino a € 20.000,00.

Comma 905 - aumento dell’aliquota dell’imposta di registro per il trasferimento a titolo oneroso dei terreni agricoli dal 12% al 15%

L’aliquota prevista dall’art. 1 della tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. n. 131/1986 per i trasferimenti a titolo oneroso di terreni agricoli è aumentata al 15%.

Fonte FIAIP

 

Se vuoi leggere integralmente la Legge vai qui

 

BIO
Gianni Paparella
Co-Founder
Gianni Paparella Co-Founder mob. 393.0734404 Responsabile di WEB MARKETING, Sviluppo Commerciale, Pubbliche Relazioni.